Apertura di credito in conto corrente o affidamento

Con l’apertura di credito la banca concede al cliente una somma di denaro (art. 1842 cc) che il cliente può utilizzare per finanziarsi in maniera rotativa (mediante prelievi e successivi versamenti ripristinatori della provvista) fino alla scadenza del contratto, oppure a revoca dello stesso.
L’apertura di credito (c.d. fido o affidamento) è un vero e proprio finanziamento in virtù del quale è richiesta la sottoscrizione di un apposito contratto che ne regola l’ammontare e le condizioni. L’utilizzo del conto oltre il limite di fido genera lo “sconfinamento” che diversamente dallo “scoperto di conto” si verifica solo in presenza di apertura di credito.

Contatta Kipling per richiedere una verifica del tuo affidamento: