Conto corrente

Con il termine di uso comune “conto corrente di corrispondenza” è generalmente indicato il rapporto di deposito (Art. 1834 cc) in virtù del quale il cliente deposita presso la banca i propri risparmi, e questa annota tali poste a credito del cliente in un conto corrente.

Ai sensi dell’art. 1852 cc, il conto corrente (art. 1823 cc) è lo strumento mediante il quale vengono utilizzati il deposito ex art. 1834 cc, e l’apertura di credito ex art. 1842 cc. .
Con il termine di uso comune “conto corrente di corrispondenza” è generalmente indicato il rapporto di deposito (Art. 1834 cc) in virtù del quale il cliente affida alla banca somme di sua proprietà, e questa le annota in conto a credito del cliente.
Il deposito in conto corrente può episodicamente e sporadicamente presentare uno “scoperto”, causato esclusivamente dall’applicazione della valuta postergata e non da un effettivo prelievo di denaro. Lo scoperto di conto va distinto dallo sconfinamento che, invece si realizza in presenza di un affidamento.

Contatta Kipling per richiedere una verifica del tuo conto corrente:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Consenso Trattamento Dati
A norma dell'at.13 del Decreto Legislativo n.196 del 30/06/2003, (G.U. n.174 del 29/07/2003 Suppl.ord.n.123/2) si autorizza al trattamento dei dati personali, i quali saranno esclusivamente utilizzati dallo Studio Kipling s.a.s. di Francesco Leo & C., senza l'intervento di terzi, per scopi professionali, informazioni commerciali di nuovi prodotti o servizi offerti dalla Kipling

Richiedi preanalisi gratuita