News

Usura Mutuo

Secondo la giurisprudenza della Cass Civ. Sent. 350/2013 l’interesse pattuito è ritenuto usurario a norma dell’art. 1 comma 4 della L. 108/96 se superiore al tasso soglia usura vigente al momento della stipula del contratto. Ai fini dell’accertamento deve tenersi conto della maggiorazione in caso di mora, giacchè sono usurai gli interessi eccedenti il tasso soglia usura al momento in cui sono convenuti o promessi. Quindi rientrano in tale fattispecie normativa anche gli interessi moratori – Corte Cost. 25 febbraio 2002 n. 29: “il riferimento, contenuto nell’art. 1, comma 1, del decreto-legge n. 394 del 2000, agli interessi a qualunque titolo convenuti rende plausibile – senza necessità di specifica motivazione – l’assunto, del resto fatto proprio anche dal giudice di…

Carta di Credito revolving e usura bancaria

La carta di credito è un pratico ed economico strumento per effettuare spese e differirne il relativo pagamento. L’introduzione delle carte a rimborso rateale, meglio note come Revolving ne ha ulteriormente aumentato la diffusione, attesa la “comodità” di rimborsare il credito mediante rate mensili contenute. Tuttavia, le modalità di calcolo degli interessi e delle altre remunerazioni connesse all’erogazione del credito sono spesso di ostica comprensione per l’utente medio, e soprattutto celano innumerevoli costi occulti, talvolta sproporzionati rispetto al credito erogato, che sono suscettibili di violare le norme in materia di Usura bancaria. Invero, importanti istituti a livello internazionale sono stati oggetto di indagini penali per tali accadimenti. La Kipling ha approntato un valido strumento volto al controllo dei c.d. costi…

La Corte Costituzionale sull’art.2 del cd. decreto “milleproroghe”

Immediatamente valutato dalla Kipling irrilevante, il problema della prescrizione nell’ambito della contestazione dei rapporti bancari è stato oggi definitivamente risolto dalla Corte Costituzionale con Sentenza n°78 del 2 aprile 2012. La Consulta esaminata la questione di legittimità – sollevata con ordinanza del 10 marzo 2011 – dalla Sezione distaccata di OSTUNI del Tribunale di Brindisi, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 2, comma 61, c.d. “milleproroghe” (D.L. n. 225/11 poi convertito con L. 10/2011). Tanto scioglie ogni dubbio in ordine alla possibilità di contestare i rapporti bancari considerando la loro intera durata.   Kipling Revisione Bancaria