Usura Bancaria

Cos’è l’Usura Bancaria?

Si parla di usura ogni qualvolta a fronte di un’operazione di finanziamento vengono calcolati ed addebitati interessi esorbitanti.

Il prestito può avvenire mediante mutuo, finanziamento finalizzato all’acquisto rateale, o anche mediante affidamento bancario (tecnicamente apertura di credito in conto corrente). Nell’operazione di finanziamento la parte finanziata riceve una somma detta “Capitale” e paga “interessi”. Gli interessi costituiscono il prezzo del finanziamento e sono addebitati per tutto il tempo in cui il debitore gode della somma ricevuta, finché questa non sia completamente restituita al creditore.

Usura su C/C e Mutui

determinazione usura bancaria su conto corrente e mutuiL’usura bancaria viene rilevata determinando il TEG applicato al conto corrente bancario ed al mutuo. Lo Studio Kipling determina in maniera esatta ed inconfutabile la presenza di usura avvalendosi di procedure informatiche certificate dal C.N.R. di Pisa. Nel computo dei costi rientrano anche voci di spesa non immediatamente rilevabili come gli interessi generati dall’anatocismo. Kipling accerta l’eventuale usura bancaria e permette al correntista/mutuatario di accedere ai benefici previsti dall‘art. 20 della Legge n. 44 del 23/02/1999, disciplinata e regolamentata dal D.P.R. n. 455 del 16/08/1999 , quali:

Mutui di solidarietà per le vittime dell’usura

Erogazione del servizio

Per il tramite del Prefetto della Provincia ove è stato consumato il reato, la domanda di concessione del mutuo deve essere presentata al Fondo di Solidarietà per le vittime dell’usura nel termine di sei mesi dalla data in cui la persona offesa ha notizia delle indagini per il reato di usura, unitamente ad un piano di investimento e di utilizzo delle somme richieste che risponda alla finalità di reinserimento della vittima nell’economia legale. Requisiti per ottenere il mutuo quinquennale senza interessi:

  • esercitare attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o comunque economica ovvero libera arte o professione;
  • essere vittime del delitto di usura, con lo status di parte offesa nel relativo procedimento penale;
  • assenza di condanne per il reato d’usura o di misure di prevenzione personale;
  • non essere indagato o imputato per il reato d’usura ovvero essere stato proposto per detta misura.

Concessione mutuo

La concessione del mutuo è deliberata dal Commissario Straordinario del Governo per il Coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura. In caso di documentata urgenza, previo parere favorevole del P.M., può essere concessa un’anticipazione non superiore al 50% dell’importo erogabile di mutuo. L’anticipazione può essere erogata trascorsi sei mesi dalla presentazione della denuncia, ovvero dall’iscrizione dell’indagato per il delitto di usura nel registro delle notizie di reato se il procedimento penale è ancora in corso.
Il fondo procede alla revoca dei provvedimenti di erogazione di mutuo e della provvisionale, nonché al recupero delle somme già erogate nei seguenti casi:
se il procedimento penale per il delitto di usura di cui si è stati vittima si conclude con provvedimento di archiviazione, ovvero con sentenza di non luogo a procedere o di assoluzione;
se le somme erogate a titolo di mutuo o di provvisionale non sono utilizzate in conformità al piano di investimento presentato con la domanda di mutuo;
se sopravvengono le condizioni ostative previste dalla legge per la concessione del mutuo.

Altri benefici

A favore dei soggetti che abbiano richiesto la concessione del mutuo, è prevista la proroga dalle rispettive scadenze per la durata di 300 giorni degli adempimenti amministrativi per il pagamento dei ratei e mutui bancari ed ipotecari nonché ogni altro atto avente efficacia esecutiva che hanno scadenza entro un anno dalla data dell’evento lesivo.

Documentazione necessaria

La domanda, sottoscritta, deve contenere:

  • la dichiarazione dell’interessato di essere vittima del reato di usura;
  • l’indicazione della data di denuncia del delitto di usura ovvero della data in cui l’interessato ha avuto conoscenza dell’inizio delle indagini;
  • la dichiarazione di non versare in alcuna delle situazioni ostative previste dalla legge;
  • l’indicazione dell’ammontare del danno subìto per effetto degli interessi e degli altri vantaggi usurari corrisposti e dell’eventuale maggior danno consistente in perdite o mancati guadagni derivanti dal prestito usurario;
  • l’indicazione della somma di denaro richiesta a mutuo, dei tempi di restituzione e delle modalità di erogazione della stessa;
  • l’indicazione della somma di denaro eventualmente richiesta a titolo di provvisionale con specificazione dei motivi d’urgenza da dimostrare con apposita documentazione.

Le domande devono essere presentate o inviate con plico raccomandato con avviso di ricevimento.

Consulenza gratuita